Svinjak

Meteo permettendo, la prossima domenica s’inaugura la grande stagione cavresca 2011, basta nuggets!

Finalmente un monte vero! Anche se in verità è più basso del Nevoso e solo una decina di metri più alto del Matajur (1653m), la prominenza aguzza dello Svinjak gli è valsa il soprannome di “Cervino di Bovec“. Un picco di tutto rispetto ma “segato” quel tanto alla base da renderlo praticabile anche in una stagione in cui l’alta quota è ancora prigioniera dell’innevamento diffuso (perdipiù in scioglimento e quindi “valanghivo”).

Si parte dall’abitato di Kal – Koritnica nella conca di Bovec e poi dritti su fino alla vetta senza possibilità di sbagliare, per 1193 m di dislivello. La segnaletica locale stima 2h e 30′ di cammino, Hribi.net dice 3h. Ad ogni modo trattasi di “LIVELLO CHUBE“, difficoltà contenuta ma di buon impegno fisico.

L’ultimo tratto è moderatamente esposto in quanto il sentiero s’inerpica su per il pendio erboso sommitale:

WEBCAM 1WEBCAM 2

Prima cavrada primaverile

Dopo questo insostenibile, lungo digiuno cavresco avanzo di prepotenza una proposta per l’ultimo WE marzolino (ehm, domani).

Il tempo sarà quel che sarà (variabile, nuvoloso dicono… più a Est si guarda più sole si trova) per cui lancio l’idea del Veliki Javornik (detto anche Monte Pomario ma nessuno lo chiama così, credo neanche presso l’unione degli istriani…). Montagnuzza carsolina (1268m) prospiciente Postumia, dirimpettaio orientale del Nanos, manca al novero dei cocuzzoli cavrizzati nel circondario…

Partendo da Rakov Škocjan, ameno parco naturale noto a molti di noi per i picchenicchi primaverili, s’impiega due orette per raggiungere la cima e tornare, quindi anche risolvibile in mattinata…  (vedi link).

In alternativa, il Mali Golak vicino Predmeja, sopra Aidussina, quota 1495m… raggiungibile anche questo in due orette.

Chi risponde all’unno richiamo della cavranza?

Magajnova pot. Ovvero il sentiero delle magagne.

Voilà la traduzion della descrizion del misterioso sentier! Il personaggio illustrà non xè un orco che magna i bambini però, pecà!

 

“In Slovenia ci sono moli sentieri in ricordo, tra i quali a letterari, con i quali ci ricordiamo di famosi poeti e scrittori. Così è nata l’idea di segnare in memoria dello scrittore e psichiatra Bogomir Magajna di Gornje Vreme uno di questi sentieri anche nella valle della Vremska. L’idea del progetto è stata creata nell’ambito del centro sportivo Ruj Divača da Mirjam Frankovič Franetič. Qualche sussidio finanziario, che inizialmente era sufficiente per segnare il sentiero, e il materiale promozionale, sono stati ottenuti dal bilancio del comune per la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale. La scritta sulla tabella “Magajonova pot”, (sentiero di Magajna,ndr) con l’immagine di Brkonje, disegnata e stilizzata da Nina Vojvoda è stata presa dalle favole di Magajna “Brkonja čeljustnik” (brk= baffo, čeljust= mascella, mascella baffuta….??, ndr)

 

Il sentiero si percorre circolarmente e dura buone 4 ore. Inizia presso il centro sportivo di Vreme a Famlje e prosegue attraverso Vremski Britof, a Gornje Vreme passa davanti la casa natale di Magajna, tramite la strada larga nel bosco prosegue sopra Gornje Vreme fino alla strada che sotto la Vremsčica conduce a Neverke e Pivko. Si attraversa la strada e nuovamente si prosegue con il cammino tramite il largo sentiero nel bosco verso la cima della Vremsčica. Sulla vetta il sentiero prosegue con i sentieri già segnati sulla cartina, dopo la cresta, davanti il vagone della LD Timav. Poi di nuovo attraversa la strada e si dirige verso giù con i sentieri nel bosco, dopo, invece, tramite la strada sopra il tunnel fino la valle di Vreme, davanti il simbolo del cagnolino (??? Ndr) avanti fino la fine, presso il centro sportivo di Vreme.”

 

Erika

 

pasquetta…

Non propriamente una gita delle cavre… però… a grande richiesta…

Cepovanski Dol - Vallone di Chiapovano

Cepovanski Dol - Vallone di Chiapovano

Questo è il vallone di Chiapovano o Cepovanski Dol: deserto, silenzioso, lussureggiante… bello no? è una proposta per il picnic pasquettale… le previsioni sono incerte, nel caso di maltempo l’alternativa sarebbe Konoba Lovac poco oltre il confine di Podgorje che alcuni già conoscono… da prenotare entro sabato direi (due pasquette or sono fummo gli unici clienti… causa neve?)

  • Le iscrizioni sono aperte a tutti, belli e brutti (possibilmente belle e brutti…)… e aperte sono anche le proposte, però… da un bordo del Cepovanski Dol col bello si vede il Triglav volè metter…

  • e anche con la nebbiolina avrebbe il suo fascino: